Deprecated: Function split() is deprecated in /home/amoreperlacasa/modules/page/page.inc on line 364

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/amoreperlacasa/modules/page/page.inc on line 367
L'orto di città

L'orto di città

Alcuni consigli per creare il proprio spazio verde dove coltivare frutta e verdura di stagione

13/mag/2012 Ambiente Giulia Gaio

Alcuni giorni fa abbiamo parlato di prodotti a Km 0 e di filiera corta come esempio pratico di sostenibilità ambientale. Creare uno spazio verde in città dove poter coltivare il proprio orto rappresenta senza dubbio un buon modo di riavvicinarsi alla natura e godere di un hobby, ma soprattutto un ottimo modo per avere frutta e verdura sempre fresca risparmiando notevolmente e allo stesso tempo salvaguardando la salute del pianeta.

La prima cosa da fare è decidere dove creare il proprio orto. Se, per esempio, abbiamo uno spazio non troppo grande, l'ideale è creare delle piccole aiuole, ciascuna delle quali sarà dedicata ad una coltura. La grandezza di queste aiuole dipenderà ovviamente da quando spazio  si intende dedicare ad un ortaggio rispetto ad un altro.

Per ben eseguire questo lavoro è consigliabile tendere delle cordicelle e seguirle con la pala facendo piccoli scavi divisori. Create le divisioni si può procedere con una piccola zappetta, facendo uno scavo lungo quanto l'aiuola prescelta e largo poco più della larghezza dei semi che si intendono piantare.

In questo piccolo filare devono essere posizionati i semi che, nel caso siano grossi (fagioli, fave, ecc.), devono essere posati uno ad uno, se invece le loro dimensioni sono ridotte (insalata, basilico, ecc.) possono essere presi nel palmo della mano stretta a pugno e fatti scivolare tra pollice e indice ripiegati.

Una volta effettuata la semina ricoprire il terreno. Per ricoprire i semi si può utilizzare la stessa zappetta con cui si son fatte le file, avendo cura di agire con molta delicatezza. Al tramonto si deve procedere con una buona bagnatura a pioggia, e ripeterla tutti i giorni senza esagerare con la quantità d'acqua.

Alla prima crescita bisogna sfoltire la coltura per evitare che le piantine si soffochino l'una con l'altra; bisogna procedere con l'estirpazione di quelle malate o imperfette, facendo però attenzione perchè le radici potrebbero essersi intrecciate con quelle delle piantine adiacenti.