Deprecated: Function split() is deprecated in /home/amoreperlacasa/modules/page/page.inc on line 364

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/amoreperlacasa/modules/page/page.inc on line 367
17 febbraio, festa nazionale del risparmio energetico

17 febbraio, festa nazionale del risparmio energetico

L'iniziativa M'illumino di meno è promossa dalla trasmissine radiofonica Caterpillar, Radio2

16/feb/2012 Eventi Giulia Gaio

Domani, 17 febbraio, è il giorno di M'illumino di meno, la festa nazionale del risparmio energetico promossa dalla trasmissione radiofonica Caterpillar, che prevede numerose iniziative in tutta la Penisola. Alla base dell'evento c'è un semplice assunto: ogni cittadino può contribuire efficacemente al contenimento dei consumi con piccole modifiche ai propri comportamenti abituali.

Testimonial speciali di questa giornata all’insegna del risparmio energetico saranno i sindaci di tutta Italia, che sperimenteranno sulla propria pelle che cosa significa fare “economia sostenibile” mettendo in atto il maggior numero possibile di comportamenti virtuosi.

A questo scopo, gli ascoltatori sono invitati a diventare “ambasciatori del risparmio energetico” presso i propri amministratori, mettendosi per un giorno alle loro calcagna, documentando i loro sforzi con foto e video, in veste di “badanti dell’impatto ambientale”.

Secondo un'analisi di Antonio Disi, curatore del Rapporto annuale sull'efficienza energetica dell'Enea, una famiglia di quattro persone che vive in appartamento con un consumo medio annuo di circa 16.000 kwh (termico ed elettrico) e una spesa di 1.600 euro, può risparmiare 10 kwh al giorno (equivalenti circa 400 euro all'anno) mettendo in atto alcune semplici azioni.

Ad esempio in casa e sui luoghi di lavoro occorrerebbe ricordarsi di spegnere le luci di stanze, bagni, scale o corridoi quando la luce naturale è sufficiente. Inoltre, sostituendo le lampadine a incandescenza con quelle a basso consumo, si può ridurre del 7% il fabbisogno annuo totale di energia elettrica.

Un'altra iniziativa importante è quella di spegnere e non lasciare in standby gli apparecchi elettronici domestici e nei luoghi di lavoro; in questo modo si potranno tagliare i consumi di elettricità dal 5 al 10%. Risparmi significativi possono essere ottenuti anche sul lato termico: riducendo la temperatura ambiente di appena 1°C si possono tagliare i consumi ed i relativi costi del 5-10% all'anno.

Inoltre, riprogrammando il termostato per abbassare la temperatura di notte, o quando nell'ambiente non c'è nessuno, e rialzarla al mattino o al rientro in casa e in ufficio, la bolletta può essere alleggerita del 7-15%. Durante l'estate è bene impostare la temperatura dei condizionatori non oltre sei gradi in meno rispetto alla temperatura esterna.

Per quanto riguarda l'utilizzo degli elettrodomestici, un'azione spesso trascurata è quella di sbrinare frequentemente il frigorifero, tenendo la serpentina pulita e distanziata dal muro per favorire il ricircolo dell'aria. Inoltre, bisogna ricordarsi che la temperatura raccomandata per il frigorifero è tra 1 e 4°C e per il congelatore è di -18°C. Per ogni grado al di sotto di queste temperature il consumo aumenterà del 5%. Gli esperti Enea consigliano poi di non usare il ciclo di prelavaggio della lavatrice e di spegnere il forno e i fornelli qualche minuto prima del termine della cottura dei cibi, lasciando che il calore residuo completi l'opera.

Negli uffici è opportuno utilizzare con moderazione gli apparecchi elettrici per scaldare l'acqua per il caffè o il tè e, se sono presenti grossi distributori di bevande e/o alimenti, verificare se è possibile tenerli spenti di notte.