Deprecated: Function split() is deprecated in /home/amoreperlacasa/modules/page/page.inc on line 364

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/amoreperlacasa/modules/page/page.inc on line 367
Rimini e provincia, il fotovoltaico non si ferma

Rimini e provincia, il fotovoltaico non si ferma

Nel 2011 +381,2% per kW di potenza installata e +128,7% per numero di impianti

11/gen/2012 Energia Giulia Gaio

Dopo la revisione del terzo conto energia e il passaggio al quarto conto la fase di crescita del fotovoltaico in provincia di Rimini si è molto attenuata, ma si può affermare che non si sia mai interrotta e quindi i risultati sono positivi.

Un ruolo centrale continua ad averlo il Comune di Rimini, con quasi14.000 KW installati. Seguono i comuni di Pennabilli, San Leo, Cattolica, Riccione, Torriana, Sant’Arcangeloe Bellaria-Igea Marina. Non si tratta di una classifica di meriti, poiché ogni Comune ha una propria specificità, così come è peculiare la condizione di ciascuna Provincia in Emilia-Romagna.

I piccoli comuni possono registrare impennate di crescita percentuali molto alte perché passano da poche decine di kW iniziali a qualche migliaio, solo attraverso la messa a regime di un impianto. È il caso di Pennabilli, che registra da gennaio 2011 a gennaio 2012 una crescita di oltre il 20.000%, o di Casteldelci che segna un +9.700%, ed anche di Saludecio che registra un +3700%. Rilevanti anche Montefiore (+3400%) e Talamello (+3000%).

Rimini aumenta del 468%, ma su una base di partenza già consolidata. A livello di dato aggregato su scala provinciale la crescita complessiva da gennaio 2011 a gennaio 2012 è stata del 381,2% per kW di potenza installata e del 128,7% per numero di impianti. Nell’ultimo trimestre la crescita per kW è stata del 28% e dell’11,1% per il numero di impianti.

Se poi si considera il rapporto tra superficie territoriale e kW installati, la provincia di Rimini risulta la terza tra le nove della Regione. La potenza degli impianti non supera mai il MW, eccezion fatta per gli impianti integrati su tetto. Questo implica che il fenomeno di sviluppo del settore fotovoltaico si mantiene ad un livello di impatto territoriale e ambientale assolutamente accettabile.

Sul fronte delle altre rinnovabili va registrato un certo interesse per quanto concerne gli impianti a biomassa, legate anche a filiere agricole locali, e con motori che utilizzano tecnologie all’avanguardia.