Deprecated: Function split() is deprecated in /home/amoreperlacasa/modules/page/page.inc on line 364

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/amoreperlacasa/modules/page/page.inc on line 367
Sensibilizzare i cittadini verso gli eco-trasporti

Sensibilizzare i cittadini verso gli eco-trasporti

Questo l'obiettivo della Settimana europea della mobilità. Ferrara e Bologna esempi italiani a livello europeo

13/set/2011 Eventi Giulia Gaio

A piedi, in bicicletta o con mezzi ecologici: è la sfida lanciata dalla Settimana europea della mobilità che quest'anno, dal 16 al 22 settembre, invita tutti ad usufruire della mobilità alternativa, all'insegna del motto "In città senza la mia auto".

Ideata dieci anni fa dall'Unione europea, la Settimana, da una piccola manifestazione con circa 320 città coinvolte nel 2002, è diventata un fenomeno che nel 2011 registrerà il record di 2.221 città impegnate a sensibilizzare i propri abitanti verso una mobilità alternativa, con il passaggio ad un sistema di trasporto alimentato con combustibili sostenibili o non motorizzato.

In Italia sono moltissimi i centri che, anche sulla spinta della Settimana, hanno adottato iniziative permanenti, grazie ai programmi nazionali a favore degli enti locali ed il ministero dell'Ambiente anche quest'anno aderisce all'iniziativa, assumendo il ruolo di coordinamento nazionale per gli eventi promossi sul tema dai singoli comuni. Se nei centri urbani europei l'automobile è ancora la protagonista indiscussa, la sfida di Bruxelles è quella di puntare agli eco-trasporti, cioè mezzi più verdi ed efficienti.

Gli esempi di mobilità alternativa per la verità ormai non mancano, come dimostra la brochure realizzata per il decennale della Settimana in cui si sintetizzano le realizzazioni di 22 città insignite con i premi della Settimana della mobilità. Gli esempi italiani veicolati a livello europeo sono riferiti a Ferrara e Bologna. La città di Ferrara è stata la prima vincitrice nel 2002 per il più completo piano d'azione "verde" progettato. Tra i risultati più importanti, la triplicazione delle aree a traffico limitato, l'introduzione di bus a bassa emissione e l'estensione delle piste ciclabili.

Bologna, la migliore voce italiana nel 2008, ha tra l'altro realizzato nuove piste ciclabili (oggi i chilometri sono 127), ha adottato 21 nuovi bus a metano, che rappresentatno la metà della flotta, e ha provveduto a vendere come biciclette di seconda mano quelle trovate abbandonate in città. Nel 2010 ha lanciato il servizio di bike-sharing, che comprende 22 stazioni  con 184 biciclette, e un sistema di video sorveglianza per il controllo delle violazioni al traffico.