Mangiare sano conviene a tutti

Meno carne, più frutta, verdura e cerali è la dieta che rispetta l'ambiente

16/lug/2011 Ambiente Giulia Gaio

E' possibile mangiare sostenibile. Ebbene sì, una dieta sana ed equilibrata non solo salvaguarda il nostro corpo, ma protegge la salute dell'intero pianeta. L'invito giunge direttamente dal Wwf inglese che, in collaborazione con l'Istituto Rowett dell'Università di Aberdeen, ha promosso il programma LiveWell per sensibilizzare la popolazione sulle abitudini alimentari spesso scorrette. Proprio in Inghilerra è stato dimostrato che le produzioni alimentari generano circa un terzo delle emissioni di gas serra, una delle principali cause del surriscaldamento globale. Secondo il programma, è necessario bilnciare l'uso dei cibi adottando alcuni accorgimenti neanche troppo impegnativi. L'alimentazione eco-compatibile si basa per il 35% di frutta e verdura, per il 29% di cereali e per l'8% di carne, pesce e uova, per un budget di 35 euro settimanali. LiveWell raccomanda di mangiare frutta e verdura di stagione; acquistare pesce che sia contraddistinto dall'eco-label MSC, proveniente quindi da una pesca conforme ai criteri di sostenibilità; scegliere prodotti che contengano quantità non eccessive di olio di palma; ridurre e differenziare i rifiuti; evitare alcolici, the e caffè, poichè contribuirebbero più di altro ad emettere gas serra.