Deprecated: Function split() is deprecated in /home/amoreperlacasa/modules/page/page.inc on line 364

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/amoreperlacasa/modules/page/page.inc on line 367
La bioedilizia ਠil nostro futuro

La bioedilizia ਠil nostro futuro

Il "non spreco" è la strada

11/apr/2011 Edilizia Rudy Bandiera

Le risorse di questo pianeta sono finite e quindi dobbiamo fare qualcosa per riuscire a diventare una razza sinergica alla Terra, e non un cancro che la divora.

Questa breve premessa e necessaria se si vuole parlare di bioedilizia, visto che la bioedilizia viene vista spesso come un braccio estremo e non troppo utile di quello che è considerato l'ampio mondo dell'ecologia e dell'ecologismo, ma la bioedilizia è molto di più.

Quello che non ci stancheremo mai di dire e che il cambiamento verso un futuro migliore viene da ognuno di noi e quando diciamo ognuno di noi intendiamo dire che se la produzione energetica fosse micro produzione e avvenisse in ogni casa non ci sarebbe bisogno di centrali nucleari, e di contro se non vi fossero sprechi da tutto quello che noi usiamo ogni giorno, energia compresa, il mondo sarebbe un posto più sano e più vivibile per tutti.

Se consideriamo che su questo pianeta siamo quasi 7miliardi e che aumentiamo continuamente non possiamo pensare di continuare ad aumentare e consumare ai regimi di oggi, e quindi ci dobbiamo mettere nella testa che il sistema del “consumare” è finito: o finisce il consumismo o finiamo noi.

Ecco perché quest'anno al salone del mobile di Milano ci sarà molta attenzione verso la bioedilizia e ci sarà attenzione per il semplice fatto che è un passaggio fondamentale verso la salvezza della razza umana, quindi creare dai rifiuti, riuscire a fare luce senza ricorrere all'elettricità e trasformare qualcosa che dobbiamo buttare via in qualcosa che possiamo riutilizzare diventa la strada da intraprendere.

“C’è anche spazio per la progettazione ecologica nel Salone 2011. E così le parti che più facilmente sono soggette a usura o danneggiamento vengono realizzate con materiali altamente riciclabili oppure con soluzioni che le rendono più facilmente sostituibili. La stessa produzione diventa più attenta a questo dilagante spirito ecologico, con processi che utilizzano coloranti naturali e atossici e che limitano l’immissione di Co2 nell’atmosfera, grazie all’uso di materiali di recupero. Grande spazio viene dato anche alla nuova vita degli oggetti. Come nel caso dell’iniziativa “da mORTO a ORTO” (fonte)