Deprecated: Function split() is deprecated in /home/amoreperlacasa/modules/page/page.inc on line 364

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/amoreperlacasa/modules/page/page.inc on line 367
La differenziata fa bene ai comuni ferraresi

La differenziata fa bene ai comuni ferraresi

La raccolta dei rifiuti col metodo porta a porta sfiora l'80% nel Copparese

16/ago/2011 Eventi Giulia Gaio

Sono già cinque i comuni soci di Area (società che si occupa dei servizi di igiene ambientale in diciotto Comuni della Provincia est di Ferrara) che hanno attivato la raccolta dei rifiuti col metodo porta a porta e i risultati sono sempre più incoraggianti, a partire dai numeri: la percentuale  media di raccolta differenziata sfiora l’80%, un dato che non ha nulla da invidiare a territori in cui da anni i servizi di igiene ambientale seguono questo modello e che sono storicamente considerati i più virtuosi.

Se si considerano i rifiuti raccolti con il solo sistema porta a porta, nei primi sette mesi del 2011 sono state intercettate, nei comuni di Jolanda, Berra, Ro, Migliarino e Migliaro – ma gli ultimi due hanno visto l’avvio del nuovo metodo poco più di un mese fa - 1.665 tonnellate di rifiuti. A incidere in maniera significativa su questo totale sono i rifiuti umidi di cucina e gli scarti di erba e ramaglie, che insieme (822 tonnellate) rappresentano, in termini di peso, la metà dei materiali raccolti porta a porta. Tra le cinque tipologie di scarti raccolti col nuovo sistema, l’indifferenziato pesa per circa un quarto (443 tonnellate), valore che, rapportato al totale dei materiali raccolti comprendendo anche tutti gli altri servizi, arriva a rappresentare solo il 20% di tutti i rifiuti prodotti nel territorio considerato.

Si tratta di un dato importante, perché significa che solo una minima parte degli scarti prodotti quotidianamente sarà smaltita definitivamente all’inceneritore, mentre il restante 80% potrà essere valorizzato: attraverso il compostaggio o la biodigestione per quanto riguarda le frazioni organiche (l’umido di cucina e gli scarti verdi del giardino); attraverso il recupero e il riciclo per le frazioni secche (la carta, la plastica, i metalli) e i rifiuti particolari come gli inerti, i RAEE, gli olii, le batterie. E i cittadini e le attività produttive dimostrano di saper separare correttamente i rifiuti e di saper organizzare efficacemente la raccolta differenziata all'interno delle proprie case, negozi e aziende.