Deprecated: Function split() is deprecated in /home/amoreperlacasa/modules/page/page.inc on line 364

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/amoreperlacasa/modules/page/page.inc on line 367
L'edilizia punta all'eco sostenibilità 

L'edilizia punta all'eco sostenibilità 

22/nov/2010 Edilizia

Il mondo è davanti ad un bivio, un bivio la cui domanda è semplicissima e la cui risposta appare persino banale: vivere o morire?

Dal momento in cui nessuno di noi, per spirito di conservazione, vuole morire, ci si trova a dover affrontare lo stupro del pianeta sul quale chi è venuto prima di noi ha fondato le proprie fortune, senza alcun pensiero proiettato verso il futuro.

Noi siamo quelli che devono cambiare, siamo quelli che devono capire che una crescita smodata e consumistica come la nostra NON è benessere ma è solo spreco e dobbiamo quindi iniziare a cambiare mentalità, tutti quanti, partendo dalle istituzioni e dagli imprenditori.

E proprio l'impresa sembra essere quella che meglio recepisce il cambiamento e non per una questione etica (sappiamo che il mercato non possiede etica) ma per una questione di puro e semplice guadagno, guadagno che per la prima volta nella storia dell'umanità sembra essere anche eco sostenibile: “Si moltiplicano in Italia le iniziative che riguardano la sostenibilità applicata all’edilizia: le istituzioni mostrano sempre maggiore attenzione verso nuove politiche mirate a costruzioni compatibili con l’ambiente e all’efficienza energetica, in applicazione di recenti direttive europee che prevedono, nella programmazione urbanistica, prospettive edilizie a ridotto impatto ambientale.

Si è svolto in quest’ottica uno dei concorsi indetti dalla Regione Umbria per la progettazione di un complesso edilizio ad uso residenziale ispirato ai principi di bioarchitettura, da realizzare nella città di Terni, il cui esito è stato reso noto nei giorni scorsi: ad aggiudicarsi il primo premio del concorso, una proposta progettuale per un piccolo complesso residenziale composto da dieci appartamenti disposti su quattro livelli, più un piano interrato destinato a parcheggi e cantine, che prevede – all’esterno del perimetro dell’edificio – la realizzazione di fasce funzionali per un aumento graduale del livello di antropizzazione, con la presenza di vegetazione per mitigare il microclima e proteggere il complesso dalla tramontana e dal caldo estivo, e un’ organizzazione del lotto mirata a beneficiare delle brezze fresche estive settentrionali.” Fonte

 

E' ovvio quindi che la bio edilizia non è più solo un sogno ma è una realtà ed è l'unica realtà che pare avere un futuro.

Siamo talmente orientati verso queste argomentazioni che anche il nostro parlamento, mai attento a quello che sono le necessità dell'immediato, porge un occhio particolare proprio alla questione dell'edilizia sostenibile: “Alla Camera dei Deputati, è stata presentata l'Interrogazione a risposta scritta (n. 4-09343 - primo firmatario On. Giorgio Jannone del Gruppo parlamentare PdL), rivolta al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti sulla prestazione energetica degli edifici.” Fonte

 

Insomma, se si decide di fare impresa, oggi, in questo pianeta, si deve decidere di fare impresa in direzione ambientalista: è un dovere morale ed un guadagno economico a lungo termine.