Deprecated: Function split() is deprecated in /home/amoreperlacasa/modules/page/page.inc on line 364

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/amoreperlacasa/modules/page/page.inc on line 367
Energie rinnovabili e alternative: facciamo il punto

Energie rinnovabili e alternative: facciamo il punto

08/nov/2010 Energia
E' buona norma, quando si parla di un argomento, conoscere con precisione ed in profondità quelli che sono i termini usati per la discussione stessa.

Quando si parla di energia non sempre se ne parla in modo consapevole: la distinzione tra “energia alternativa” ed “energia rinnovabile” spesso viene sottovalutata o per nulla considerata.

Sono da considerarsi energie rinnovabili quelle forme di energia generate da fonti che per loro caratteristica intrinseca si rigenerano o non sono "esauribili" nella scala dei tempi "umani" e, per estensione, il cui utilizzo non pregiudica le risorse naturali per le generazioni future.

Sono dunque generalmente considerate "fonti di energia rinnovabile" il sole, il vento, il mare, il calore della Terra, ovvero quelle fonti il cui utilizzo attuale non ne pregiudica la disponibilità nel futuro, mentre quelle "non rinnovabili", sia per avere lunghi periodi di formazione di molto superiori a quelli di consumo attuale (in particolare fonti fossili quali petrolio, carbone, gas naturale), sia per essere presenti in riserve non inesauribili sulla scala dei tempi umana (in particolare l'isotopo 235 dell'uranio, l'elemento attualmente più utilizzato per produrre energia nucleare), sono limitate nel futuro.

Per fonte di energia alternativa si intende un modo di ottenere energia elettrica fondamentalmente differente da quella ottenuta con l'utilizzo dei combustibili fossili, che costituiscono le fonti "non rinnovabili".

Detto questo appare chiaro che il futuro della sostenibilità intesa come misura di “disturbo” dell'uomo sulla natura, dovrà andare in direzione delle fonti rinnovabili visto che il nucleare, ad esempio, non è ne rinnovabile e inesauribile.

Quindi facciamo il punto per quello che riguarda le energie rinnovabili dal punto di vista dell'EPIA: secondo lo studio presentato a Bruxelles dall’EPIA (l’Associazione Europea dell’Industria Fotovoltaica), nel giro di 10/20 anni l’energia fotovoltaica potrà diventare la principale fonte di approvvigionamento per i paesi che si trovano nella cosiddetta Fascia Solare (Sunbelt), compresa tra il 35° parallelo a nord e a sud dell’equatore.

Lo studio, intitolato ”Sviluppare il Potenziale del Fotovoltaico nella Fascia Solare”, sottolinea che quasi l’80% della crescita prevista per la domanda di elettricità nei prossimi venti anni verrà proprio dalle economie in rapido sviluppo di questa regione. Allo stato attuale tuttavia, nonostante l’enorme potenziale assicurato da un’elevata irradiazione solare, in questi paesi è installato solo il 9% della capacità globale del fotovoltaico. A parte la Cina, i dieci principali mercati mondiali del fotovoltaico si sono infatti sviluppati al di fuori della Fascia Solare.

 

Appare chiaro che tutto quello che dobbiamo fare per invertire la rotta ed essere sostenibili è renderci conto che le possibilità esistono e sono tecnologicamente alla portata di tutti.