Risparmiare sulla luce

20/gen/2011 Energia

 

Abbiamo già parlato di Google in passato, e di come il motore di ricerca americano verta in direzione delle energie rinnovabili: Google, il colosso informatico di Mountain View torna ad investire nelle energie rinnovabili con un progetto faraonico con l'obiettivo di sviluppare entro il 2021, una potenza eolica offshore di 6.000 megawatts.

La prima fase del progetto, operativa già dal 2016, prevede la realizzazione dei primi 200 km di linea costiera per un investimento di circa 1.8 miliardi mentre entro il 2020 saranno operativi gli altri 400 km.

Ma c'è un altro modo per spendere meno in bolletta e per economizzare la nostra vita andando in direzione dell'ecologia, ovvero consumare meno.

Semplice e banale, potrebbe pensare qualcuno, ma non così scontato: infatti è dimostrato che la “presa di coscienza” dei propri consumi è il primo passo verso la diminuzione degli stessi e verso il risparmio energetico, risparmio che si trasforma ovviamente anche in risparmio economico.

Ecco come funziona Google Meter, un servizio ancora non disponibile in Italia ma che si appresta a diventare una rivoluzione della gestione dei consumi: "L’idea che sta alla base di tale servizio consiste nel monitorare in modo continuo tutti i consumi elettrici che ci sono nelle proprie case, mandando tali informazioni su internet, dove in seguito è possibile controllarli attraverso report giornalieri, settimanali o mensili. (...) Infatti secondo alcune ricerche fatte dal dipartimento dell’energia americano si afferma che il risparmio energetico possa arrivare fino al 20% nel momento in cui l’utente finale diventa “cosciente” di quanto consuma. Sembra quindi che capire come e quando l’energia viene utilizzata responsabilizzi gli abitanti delle case, i quali iniziano a limitare gli sprechi, e vedere così in tempo reale i guadagni che possono avere. (...) In Europa però AlertMe ha iniziato una collaborazione con Google Meter per portare questo sistema in Inghilterra e secondo la loro esperienza i guadagni possibili possono raggiungere fino i 100£ all’anno."

 

Forse Meter non sarà l'invenzione che ci traghetterà verso un mondo più sostenibile ma di certo la rivoluzione inizia sempre dalle piccole cose e, sopratutto, dalle prese di coscienza.