Deprecated: Function split() is deprecated in /home/amoreperlacasa/modules/page/page.inc on line 364

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/amoreperlacasa/modules/page/page.inc on line 367
Risparmiare corrente elettrica in casa: ci provano Google e Microsoft

Risparmiare corrente elettrica in casa: ci provano Google e Microsoft

24/gen/2011 Energia

 

Diverse volte abbiamo letto di come sia importante, prima di trovare nuove fonti di energia alternativa, riuscire a risparmiare e a razionalizzare l'uso di quella che già oggi abbiamo.

In effetti sarebbe molto intelligente, prima di investire in fonti di energia rinnovabile, per quanto nobili e a lungo termine, cercare di stuprare un po meno il pianeta partendo da oggi stesso, prima ancora che avvenga la plausibile migrazione all'eolico e al solare.

Per fare questo dobbiamo trovare dei percorsi, dei “modus operandi” che portino tutti noi a cercare di raggiungere un minor impatto ambientale.

Se Google, grande azienda e traino tecnologico globale, prova a fare qualcosa con il suo sistema “casalingo” Google Meter e investendo nell'eolico offshore, Microsoft, la mamma di tutti i sistemi operativi Windows, deve per forza inseguire e pensa a Hohm.

 

Andando più nel dettaglio, Microsoft Hohm è un’applicazione web, gratuita, che ci aiuta a salvare energia e di conseguenza risparmiare nella bolletta. Leggendo dal sito ufficiale, Hohm ci permette di capire meglio il modo in cui usiamo l’energia di casa, suggerendo poi come migliorare le nostre abitudini così da iniziare a risparmiare fin da subito. Essendo un progetto “sociale”, Microsoft afferma che il progetto potrà raggiungere il suo obiettivo finale solo attraverso il feedback degli utenti, il quale permetterà al sistema di imparare e dare suggerimenti sempre più corretti nel lungo periodo.

La aspetto che differenzia Microsoft Hohm da Google Power Meter sta nella presenza di un “Hohm Score“, un valore che varia da 0 a 100 e che misura l’efficienza energetica di una casa considerando struttura, consumo atteso e altre varianti. Con questo semplice parametro, Microsoft introduce un concetto di “sfida tra amici” molto interessante, che potrebbe spingere alla ricerca dello score migliore, portando vantaggi per tutti. (Fonte)

 

Ovviamente, come spesso accade per servizi così innovativi e da un certo punto di vista “rivoluzionari”, gli europei non ne possono ancora godere, cosa che possono fare solo negli USA.

Riguardo all'argomento c'è comunque da dire che la corsa tra le due aziende, in questo caso, è tutto tranne insana.