Deprecated: Function split() is deprecated in /home/amoreperlacasa/modules/page/page.inc on line 364

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/amoreperlacasa/modules/page/page.inc on line 367
Fantafuturo Nucleare

Fantafuturo Nucleare

Il nocciolo della questione

21/mar/2011 Energia
Anno 2050, il nucleare è l'unica fonte di energia, le fonti rinnovabili non esistono più. le centrali atomiche sono sicurissime, nei TG sentiamo dire che siamo alla 12 generazione, con gusci protettivi che dicono essere indistruttibili! 
Io sono un nonno di 88 anni, i miei figli sono grandi e ho 5 nipotini, di varie età. Loro non sanno che c'è stato un tempo in cui il nucleare era un pericolo, ricordo nel 2011... In Giappone...quanti morti...che tragedia, e poi ancora prima, negli anni 80, ero un bambino, ricordo che a chernobyl scoppiò tutto.
Eppure c'erano tante alternative... ricordo si parlava addirittura di pannelli che producevano energia dal sole, ricordo un periodo in cui si parlava di indipendenza energetica, di eliminare le bollette.
I miei ricordi sono sfumati, oggi a sentire i media e tutto bello e sicuro, ma cosa è cambiato?
Sicurezza? Tecnologia? Strati protettivi? E dentro? Dentro è tutto uguale, c'è sempre quel nocciolo radioattivo. Eppure dicono che lo hanno coperto bene. Ma non so... continuo ad avere qualche dubbio... continuo a pagare salate bollette della luce, ma vedo tutti così convinti e sereni che mi rendo conto di essere ormai un vecchio paranoico, in quel momento arriva mio nipote, il più piccolo, è un bellissimo bambino, vivace e allegro, lo guardo con un sorriso e accarezzo le sue due teste, poi cancellando i cattivi pensieri, mi allontano sulle mie tre gambe.
Scusate l'ironia ma diversamente, non ci resta che piangere, sono riusciti a spostare il barricentro del problema, continuano a parlare di sicurezza, di riflessione e verifica dei parametri di sicurezza, quando l'argomento della discussione non è come rendere più sicure le centrali nucleari o verificare se lo sono. Questo significa forse che prima di Fukushima non erano controllate? Il problema delle centrali è dentro di loro, è il nocciolo, è il concetto stesso di energia atomica, possiamo rivestirle di cemento e tecnologia ma all'interno sempre radiazione avremo. Per migliaia di anni. Il cemento crepa e le radiazioni non decadono.
Se rompo un pannello fotovoltaico, al massimo mi taglio un dito e resto senza corrente, e la rete di pannelli di tutti i mie vicini mi darà energia, in attesa di sostituirlo. Se rompo una centrale nucleare comprometto per sempre la mia esistenza, oltre a rimanere al buio. Ma questo è il male minore.
Maurizio Benini